Cerca nel blog

VOTAMI

mercoledì 3 marzo 2010

VAGABONDI NEL TEMPO

Sono un vagabondo del tempo. Scorro nelle ore con la leggerezza della brezza di quelle sere d’estate in cui il giorno, estenuato, scivola nella notte.
Sono un vagabondo, straniero a questi luoghi che accolgono i miei passi, senza riconoscermi.
Non ci sono ricordi, né immagini, né voci che ancorino la mia vita con radici salde.
Sono un fantasma che si riflette nello sguardo di chi mi parla e il mio nome è un suono a cui chiunque attribuisce un significato diverso.
Sono un vagabondo la cui vita è una foglia ingiallita che presto il vento trascinerà via…

Nessun commento:

Posta un commento