Cerca nel blog

VOTAMI

giovedì 22 settembre 2011

EDIZIONE STRAORDINARIA




Nella città di Pitale, metropoli dello stato di Bandana, orde di pensionati inferociti hanno assaltato i locali ipermercati, appropriandosi di generi di prima necessità.

I pochi clienti che affollavano gli esercizi, sono fuggiti temendo di essere colpiti dalle dentiere e i bastoni che quell’orda di esagitati lanciavano contro i vigilantes che tentavano di fermarli.

Il ministro degli interni Gennaro Pernacchione, ha promesso per il futuro tolleranza zero contro queste forme inaccettabili di attacco contro la proprietà privata. E’ previsto l’arresto immediato dei vandali e la loro reclusione in apposite strutture dove saranno condannati a mangiare senza dentiera, semolino bollito a pranzo e a cena. La loro pensione sarà devoluta agli esercenti danneggiati come risarcimento dei danni.

Il presidente dell’ ANIP, associazione nazionale indigenti italiani. Fulvio Nontengoniente, impiegato comunale di 6° livello, si è incatenato al portone del palazzo del Governo, nella capitale, minacciando di mangiarsi il suo ultimo vestito per protesta contro le miserevoli condizioni di vita degli iscritti alla sua associazione. Chiede che venga loro concesso un sussidio o almeno un chilo di pane pro capite al giorno, in caso contrario si vedranno costretti a nutrirsi dell’erba dei parchi pubblici, con grande nocumento del patrimonio paesaggistico nazionale.

Il presidente del Consiglio Silvano Hopromesso, ha ordinato l’immediato arresto del Nontengoniente con l’accusa di rivolta disarmata e sedizione contro la sovranità dello Stato.

Non ha concesso il chilo di pane giornaliero, ma una cassettina una tantum di caviale del mar nero, per venire incontro alle immediate necessità dei membri dell’Associazione.

Immediatamente sono state tenute messe di ringraziamento in suo onore.

Per ora è tutto, dal vostro inviato Leopoldo Leccasedere

Nessun commento:

Posta un commento